fbpx

Social Media Marketing Trends 2022

Cosa ci aspetta nel 2022 sul fronte dei canali Social? Ecco tutte le novità! 

Il 2022 è alle porte e come ogni anno, noi marketers dobbiamo reinventarci e pianificare nuovi approcci e strategie per la comunicazione sui social. Il 2021 è stato un anno di grandissimi cambiamenti sul fronte social, Facebook ha cambiato nome e ci ha presentato un Metaverso, che avevamo visto solo nei film di fantascienza, ma che presto diventerà il nuovo internet. Instagram ha intrapreso la strada verso il social e-commerce, il Pixel ha smesso di tracciare quel poco che già tracciava, per gli utenti iOs14 e Youtube, ha introdotto i Video Short! Linkedin si è aperto ai Creator, introducendo la nuova Modalità Creator, indicando una nuova direzione della piattaforma.
Infine TikTok aggiunge sempre nuove funzionalità live streaming per gli e-commerce. 
Ogni nuova funzionalità che le piattaforme social introducono, ha un impatto, alle volte positivo, altre negativo, sul lavoro di noi marketers. Conoscerle e riflettere sull’impatto che hanno sui relativi utenti è fondamentale, per noi che pianifichiamo la comunicazione per le aziende. 
Il 2022 sarà un anno in cui bisognerà rimboccarsi le maniche, convincere le aziende a creare contenuti ma soprattutto ad aprirsi a nuovi modi di comunicare. 
Cosa dominerà il 2022? Vediamo insieme le principali tendenze e l’approccio che dovremo adottare per la comunicazione social per le aziende. 

1) Instagram Reels: divertenti sì, ma pieni di contenuto 

Il responsabile di Instagram, Adam Mosseri, ha recentemente pubblicato un video, in cui annuncia un cambiamento dettato dalla richiesta degli utenti, relativo ai contenuti video. Pare che la community di Instagram sia incline a contenuti video più divertenti. Ecco che allora Mosseri, annuncia che entro il 2022, la piattaforma di instagram inizierà questa transizione.
Non basta più lanciare un video, quello che servirà nel 2022 è un video creativo, divertente, innovativo, in grado di distinguersi ed emergere rispetto al marketing digitale di oggi. 
Ovviamente tutte queste grandi qualità devono essere concentrate in video rapidi.
Tuttavia, è fondamentale che tutti i contenuti video e Reels che creiamo, forniscano valore al nostro pubblico e che ovviamente seguano una strategia. Seguire le tendenze casuali  del momento, senza allineare i contenuti ai nostri obiettivi di marketing generali, non ci porterà lontano!
Esempio:
– Se offri un servizio, puoi utilizzare una video reels per indirizzare le persone alla tua applicazione o alla pagina di destinazione!
–  Se vendi prodotti puoi creare 2-4 Reels ogni mese per mostrarli in modo divertente e innovativo.
Il video continuerà a essere il modo migliore per creare più fiducia verso il tuo pubblico; aiuta inevitabilmente le vendite dei tuoi servizi o prodotti. 
I video messaggio e la chat video in DM su instagram sono un ulteriore, modo intelligente per creare conversazioni insieme alle Instagram Live: che possono ospitare fino a tre ospiti. 

2) Facebook Ads: potenzia alcuni obiettivi e migliorerà il tracciamento

Strano ma vero, in questo 2021, in cui sono stati ripensati o meglio aggregati i nuovi obiettivi di Facebook (da 11 a 6) ci sono state delle tipologie di obiettivi di campagne pubblicitarie che hanno funzionato molto meglio, rispetto al passato. Ad esempio le generazioni Lead, campagne messaggi, visualizzazioni video, sono schizzate.  A causa del grande problema inflitto al Pixel in questo 2021, dettato da iOs14 e non solo, Facebook sembra che abbiano migliorato alcuni obiettivi, i più facili da usare e che in realtà si sono rivelati efficaci.

Tutti noi consulenti Facebook non vediamo l’ora che venga eseguito l’update che darà una maggiore stabilità alle API Conversion e ad un Pixel evoluto.

Inoltre, nel 2022 verrà inaugurata l’era dei tempi d’attenzione ancora più brevi!Se vogliamo interessare ed essere attrattivi, bisogna pensare in breve, utilizzando video veloci, facili da consumare, informativi e divertenti, come formati dei nostri annunci Facebook. A questa tendenza va abbinata però una buona e tradizionale capacità di narrazione.
Da un po’ di tempo circolano voci su un nuovo sistema di attribuzione di Facebook.
Inoltre Facebook rilascerà strumenti aggiuntivi per aiutare ad attutire il colpo di tutti questi cambiamenti e perdite di dati a cui abbiamo assistito fino ad oggi.
Novità: Finalmente creerà più opzioni di targeting che sfruttano l’attività su Facebook, riducendo l’impatto sul targeting cross-app.

3) I contenuti di lunga durata tornano al centro della scena

Paradossale penserete, il 2021 è stato l’anno dei contenuti brevi. Da TikTok all’esplosione dei Reels sino a Youtube Shorts, ci siamo abituati a questi messaggi da 15 secondi. Sia sul fronte durata video che formati audio, il cambiamento è dettato dalla necessità di dare più rilievo al contenuto stesso, sia esso audio o video. 
TikTok ha virato verso una durata di 3 minuti e i Reels sono passati a 60 secondi. Facebook ha introdotto le Live Audio Rooms e i podcasting e infine YouTube sta anche abbracciando il podcasting. 
Il social e-commerce dominerà tutto il 2022, ed è proprio per questo che si ha l’esigenza di aumentare la durata dei nostri contenuti, perché per vendere abbiamo assolutamente necessità di contenuti di una durata medio lunga. 
Come tutti sappiamo, per vendere serve creare una relazione con il proprio pubblico e spesso servono più di 15 secondi! 

4) Le esperienze di nicchia su Facebook diventano importanti per i Brand

Sempre più persone, sono alla ricerca di gruppi, nicchie ed aggregazioni. Facebook in questo, dobbiamo dire, è uno dei social che offre esperienze di connessioni sin dagli inizi, attraverso gruppi, Rooms, Live.
Le aziende devono approfittare di questi strumenti per connettersi con il proprio pubblico, creare fiducia e relazioni. 

  • Gruppi Facebook: investire e creare un gruppo connesso alla propria Pagina Facebook è sicuramente una scelta fondamentale. Tra l’altro, Facebook ha introdotto numerose funzionalità per rendere i gruppi più solidi e attraenti sia per gli amministratori che per i membri.
    Tra gli ultimi aggiornamenti trovi: la possibilità di creare sottogruppi, sia gratuiti che a pagamento, marketplace, raccolte fondi comunitarie e più funzionalità per gestirli al meglio!
  • Live Audio Rooms: questa funzione continua a essere disponibile per gli utenti su Facebook. Grazie a questo formato, puoi creare una stanza e innescare una discussione con il tuo pubblico.
  • Facebook Live: Il video in diretta offre una meravigliosa opportunità per connettersi in tempo reale con i propri followers, oltre a dare una spinta e un grande aiuto alla copertura organica

 

5) YouTube: cambia il posizionamento sulla ricerca, ma non rinuncia all’autenticità dei contenuti

Anche Youtube si è evoluta, già dal 2021! In passato su  YouTube, se trovavi la parola chiave giusta, bastava inserirla nel titolo e nei tag e potevi facilmente salire in cima alle classifiche di ricerca per quella parola chiave. Ora, mentre ci dirigiamo verso il 2022, i tag hanno poca importanza ai fini della ricerca. 
L’unico modo per dominare la ricerca risiede più nella parola chiave giusta, nel titolo e nella descrizione che inserisci, rispetto alle tecniche di tagging.
YouTube Shorts, non è ancora chiaro se funziona nel modo giusto.  Gli utenti di YouTube vogliono contenuti di lunga durata e i contenuti di lunga durata si convertono meglio in vendite.
Meglio investire il proprio tempo, sempre sui contenuti lunghi all’interno della piattaforma!
Gli spettatori che seguono personaggi o aziende,  vogliono davvero conoscere tutto del Brand. YouTube non è più solo il luogo dove trovare quello che stiamo cercando è ormai diventato di più! 
Quindi tra la pianificazione, dei contenuti per il 2022, utilizziamo una strategia che si concentra sì sulla ricerca, ma anche sulla creazione della community. 
Ogni azienda o persona che vuole oggi, iniziare su YouTube, deve trovare un suo stile, comunicare la sua diversità! Sempre di più, YouTube prospera su persone che non hanno paura di essere diverse e fanno cose un po’ fuori dalla norma.
Vi suggerisco il Canale di Bailey Sarian che, invece di pubblicare tutorial di trucco ordinari, ha dato il suo tocco personale e ha iniziato una serie chiamata “Murder Mystery and Makeup Mondays” in cui si trucca mentre racconta una vera storia di un crimine! 
Anche le aziende possono rendere unico il proprio canale YouTube, creando dei format di interviste, contenuti educativi e informativi, backstage. Non è assolutamente impossibile, bisogna solo pianificare i giusti contenuti. 
Trovare un modo per essere diversi da tutti gli altri sulla piattaforma è ciò che vincerà nel 2022 e oltre.

6) Linkedin: più spazio ai creator e nuove funzionalità video

Nel 2021, LinkedIn ha lanciato la modalità Creator, che è più di un semplice strumento: è un modo per incoraggiare e supportare i professionisti e le aziende a pubblicare contenuti più originali e ad amplificare i messaggi del proprio brand. 
Nel 2022 si prevede una forte crescita per Linkedin, che diventerà sempre di più il luogo più prezioso per i contenuti di marketing, soprattutto video! Perché video vi chiederete?
A quanto pare Linkedin, dovrebbe lanciare una breve funzionalità video come parte della modalità Creator, simile a Instagram Reels e TikTok. Questa funzione video in formato breve è stata annunciata nel 2021 quando LinkedIn ha interrotto la funzione Storie.
Le aziende utilizzeranno questa nuova funzionalità video per commercializzare i propri prodotti e servizi con brevi video dimostrativi e continueranno a far crescere la propria awareness e reputation su Linkedin.

7) TikTok: più funzionalità per gli e-commerce 

Continua nel 2022, la scalata di Tik Tok, che con oltre 1 miliardo di utenti, si prevede che raggiungerà 1,5 miliardi di utenti entro la primavera del 2022.
Possiamo essere scettici, possiamo credere che sia il social dell’intrattenimento e del cazzeggio, ma occhio a queste funzionalità che sta introducendo e che possono essere uno strumento in più per la nostra strategia. 

  • Funzionalità vendita sul livestreaming
    Già molto popolare tra gli utenti regolari, TikTok continuerà ad aumentare le funzionalità di livestreaming per influenzare e incoraggiare più utenti ad adottarlo come strategia di crescita e nutrimento.Tra le nuove funzionalità del livestreaming (già disponibili nel Regno Unito) i link cliccabili e la possibilità di vendere direttamente i prodotti da un livestream.
  • Acquisto direttamente nell’app
    Considerando la recente partnership con Shopify e la possibilità per gli account aziendali di taggare i prodotti, i negozi TikTok sono un mix di funzionalità in arrivo nel 2022. Altro punto interessante è relativo alla durata e pertinenza delle tendenze!
    Gli utenti consumano le tendenze a un ritmo rapido ed è probabile che arriveranno più strumenti per prevedere le tendenze in anticipo. 

Le sfide i per Brand saranno quelle di adattarsi in modo rapido alle tendenze. Di recente sono stati sviluppati strumenti educativi, con il lancio del Creative Center per aiutare i Brand a creare campagne intuitive per la piattaforma. Avremo sicuramente  più risorse e strumenti disponibili per portare le aziende ad investire sulla piattaforma.

8) La pubblicità social a pagamento sarà indispensabile 

Da TikTok Ads a Facebook Ads, le aziende, dovranno assolutamente investire un budget mensile per promuovere i propri contenuti.  Con l’arrivo di sempre più competitors, emergere in organico sarà sempre più complesso. Persino su TikTok sarà opportuno investire! Perché come dico sempre è il contenuto che crei, che seleziona i tuoi utenti.
Ad esempio, Wal-Mart sta incoraggiando i dipendenti a pubblicare post durante il lavoro, il che aiuta a dipingere un’immagine diversa delle risorse umane e del reclutamento. Ha anche cominciato a pubblicare delle video ricette che contengono prodotti che ovviamente vende!  
Investire e dedicare un budget mensile alle piattaforme social, è oggi necessario. Dovremmo concentrarci sulla produzione di meno contenuti, ma più di qualità, da poter sponsorizzare. 

9) La spesa pubblicitaria di Facebook e il MER

Sebbene l’attribuzione non sia mai stata perfettamente tracciabile, le recenti modifiche di iOS hanno reso più difficile la nostra vita. La misurazione su cui piccole e medie aziende devono concentrarsi è sicuramente il MER (Marketing Efficiency Ratio) Valutazione dell’efficienza del marketing, potremmo tradurla, piuttosto che il ROAS. 
Cos’è il MER? Non è altro che il rapporto tra il totale delle entrate totali e il costo totale del marketing, senza distinguere canali o strumenti. 
Tutti i grandi inserzionisti, quindi i grandi Brand, stanno prendendo questa direzione concentrandosi più sul MER rispetto al ROAS per canale. 
Inoltre, i costi degli annunci di Facebook sono aumentati, a causa della perdita di tracciabilità e concorrenza. Di conseguenza questo porterà inevitabilmente l’uscita di alcuni prodotti con margine inferiore o aziende più piccole che hanno meno budget di marketing dalle piattaforme e quindi sarà necessario introdurre strategie multi-channel in organico per fronteggiare questa sfida. 
Tuttavia, ci sono alcune cose che le aziende possono fare per utilizzare Facebook in modo più efficiente:

  • Utilizzare le campagne Ad Set Budget per controllare i test e sapere esattamente cosa devi fare per marginare sul prodotto
  • Testare i posizionamenti, le immagini e il copy in modo più rigoroso.
  • Avere una visione più ampia! Ponendosi delle domande focalizzate sul Lifetime value
    Qual è la visione a lungo termine per l’acquisizione di clienti? Qualcuno compra da te più volte?  Separare il monitoraggio del back-end in modo da poter vedere davvero da dove provengono i lead e le vendite. 
  • Implementare un sistema di tagging in modo da sapere da dove provengono i clienti se non hanno acquistato subito.
  • Provare diversi approcci al tuo targeting; un pubblico più ampio funziona meglio in alcuni casi e in altri un pubblico molto specifico funziona bene.

Il 2022 è un anno pieno di cambiamenti, andremo verso la ricerca di più creatività, originalità e autenticità, sul fronte della gestione dei contenuti sui social. Troveremo come sempre, approcci più semplici lato advertising, rispolverando magari, obiettivi più semplici che avevamo abbandonato.
Ci aspettano grandissime novità e opportunità per il social e-commerce ma non solo, io credo sia l’anno in cui le pmi possono mettersi in gioco, affidandosi alla professionalità dei marketers. 

Noi siamo pronti, accetteremo queste sfide, come d’altronde, facciamo sempre, perché crediamo nel cambiamento, amiamo questo lavoro e guardiamo al futuro sempre, senza dimenticare l’esperienza del passato. 
Che ne pensi di queste novità? Come organizzerai la tua comunicazione social per il 2022? Condividi, commenta e discutiamo insieme!

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Email

Ultimi Articoli

Categorie

logo-bianco
Accedi alla community
Ricevi consigli tramite la Newsletters